Test rapidi anticovid

Test rapidi anticovid

QUALE TEST SCEGLIERE?

Ci sono 3 tipi di TEST COVID in commercio:

  • Tampone PCR Molecolare (solo per LABORATOIR)
  • RAPIDO Antigenico Tampone (a mezzo tampone nasofaringeo)
  • RAPIDO Sierologico IgG/IgM (a mezzo analisi del sangue)

I primi due sono volti all’identificazione della presenza del virus (PCR o antigenico) e il terzo è volto all’identificazione della presenza di anticorpi contro il virus (sierologici). 

Quello molecolare ed antigenico sono a valore diagnostico che ci dicono se al momento del test c’è il virus all’interno del nostro organismo, il sierologico ha valore epidemiologico e si può essere a conoscenza se siamo stati infettati dal SARS-CoV2 in passato e abbiamo quindi sviluppato una risposta immunitaria.  

Questi cercano le proteine (antigeni) del virus con una tecnologia simile ai test di gravidanza grazie ad un tampone naso-faringeo che viene immerso in un liquido e poi applicato su un dispositivo che contiene anticorpi immobilizzati che riconoscono il virus. Se avviene la reazione tra le proteine del virus presenti nel campione e gli anticorpi presenti nel test, entro 15 minuti , apparirà una lineetta (come nei test di gravidanza). 

E i TEST SIEROLOGICI?

Questi test misurano gli anticorpi che il nostro corpo sviluppa in risposta all’infezione. Gli anticorpi si trovano principalmente nel sangue e di conseguenza questo è il materiale di partenza analizzato, tramite un prelievo o una goccia di sangue (grazie all’ausilio di un pungidito). Nel test è presente la proteina del virus e, se nel sangue ci sono gli anticorpi, i due reagiscono e la reazione dà un segnale visibile, che nuovamente può essere una lineetta colorata.

E le DIFFERENZE?

La differenza tra i test sierologici e quelli per l’identificazione delle proteine o del genoma del virus sta nel fatto che, per produrre gli anticorpi, normalmente il nostro corpo richiede giorni dall’inizio dell’infezione, dopodiché gli anticorpi durano per mesi, o forse anche di più.

Di conseguenza, all’inizio dell’infezione e alla comparsa dei sintomi si è POSITIVI a un test antigenico o a un tampone molecolare, ma non a un test sierologico.

Al contrario, una volta guariti, generalmente si è positivi al sierologico ma non a un antigenico o a un tampone molecolare

Ecco perché i tamponi molecolari e i test antigenici rapidi sono gli strumenti da usare per la diagnostica mentre i sierologici hanno un ruolo importante nelle analisi epidemiologiche, e lo avranno sempre di più in futuro per comprendere se siamo protetti dall’infezione, ad esempio dopo la somministrazione di un vaccino. 

Acquista ora il tuo test!

Condividi questo post


Vai alla chat
1
Assistenza?
Mascherine Italiane
Ciao! 😊
Come possiamo aiutarti?